Come rendere i legumi più digeribili.

Nonostante i legumi rappresentino un’ottima fonte di proteine vegetali, se non preparati correttamente possono dar luogo a fastidiosi fenomeni di gonfiore e distensione addominale.

Vediamo quindi insieme come preparare i legumi per renderli il più possibile digeribili.

FASE DI AMMOLLO

Per preparare legumi digeribili è fondamentale rispettare i tempi di ammollo, che sono di almeno 6 ore per le lenticchie, 8-10 ore per i fagioli e 12-16 ore per ceci e cicerchie; periodi di tempo superiore non fanno altro che aumentarne la digeribilità.

La quantità di acqua deve essere almeno il doppio del peso dei vostri legumi.

Durante questa fase è possibile aggiungere all’acqua di ammollo un pezzettino di alga kombu, che lega le sostanze antinutrienti allontanandole dal legume.

L’acqua deve essere cambiata almeno due volte durante il periodo di ammollo; potete ad esempio metterli in ammollo la mattina presto, cambiare l’acqua prima di pranzo e a metà pomeriggio, e cucinarli all’ora di cena.

FASE DI SCHIUMATURA

La maggior parte delle persone non è minimamente a conoscenza di questa fase.

Se ci fate caso, quando l’acqua inizia a bollire si forma in superficie una schiuma bianca, piena in realtà di antinutrienti e saponine.

Questa schiuma deve essere eliminata prima di proseguire la cottura.

FASE DI COTTURA

Questa fase è in realtà la più antipatica in quanto i tempi di cottura sono molto lunghi; una buona soluzione potrebbe essere quella di utilizzare una pentola a pressione.

Salate i vostri legumi solo verso la fine della cottura; il sale (come altri ingredienti acidi come il pomodoro) indurisce le bucce rendendole meno digeribili.

Anche durante questa fase è utile aggiungere un pezzettino di alga kombu.

Una volta effettuati questi 3 passaggi è finalmente l’ora di mangiare i nostri legumi! Anche qui possiamo utilizzare qualche trucchetto per ridurre gli effetti indesiderati:

  • se dobbiamo preparare vellutate, creme o hummus possiamo passare i nostri legumi al passaverdure; così facendo elimineremo le bucce responsabili del gonfiore. NB: passare al passaverdure, NON frullare!
  • abbiniamoli ad erbe che assorbono i gas nel nostro inetstino; ne sono un esempio i semi di finocchietto o di cumino.
  • non associamoli ad altre pietanze elaborate e difficili da digerire; accompagnamoli ad esempio ad una porzione di verdura cruda.
2018-04-20T17:24:18+00:00

Leave A Comment

 

Privacy Preference Center

Analytics

Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questa Applicazione, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.

_gat, _gid ,_ga